Operato il bambino più obeso al mondo, ora torna a sorridere – FOTO

Continuano a destare preoccupazioni le condizioni di Arya Permana da Karawang, nella regione indonesiana di West Java, considerato il bambino più grasso del mondo. L’undicenne, che il mese scorso pesava 190 chili, ha subito un’operazione di cinque ore dopo che i medici hanno detto ai genitori che, se non lo avesse fatto, sarebbe morto. Grazie a questa operazione, è riuscito a perdere circa 30 chilogrammi. Il bambino pesa sei volte i ragazzi della sua età e ha lottato per camminare più di cinque minuti alla volta.

Dopo anni sovrappeso, i suoi genitori Ade e Rokayah Soemantri hanno portato il figlio all’ospedale Omni di Jakarta, Arya. L’operazione chirurgica, eseguita dal dottor Handi-Wing, ha consentito di togliere gran parte dello stomaco di Arya, rendendolo a forma di banana. Lo scopo della chirurgia era quello di frenare l’appetito del ragazzo, facendolo sentire più pieno. Quello di Arya Permana è ritenuto dai medici “uno dei più duri casi di obesità nel mondo”, aggiungendo che se la situazione non è tenuta sotto controllo potrebbe risultare fatale.

Si spera ora, visto che in un mese ha già perso trenta chili, che il ragazzo possa perderne novanta in un anno. Prima dell’operazione, Arya Permana faceva una dieta quotidiana di pollo fritto, riso, tagliatelle e gelato al cioccolato. Il padre Ade ha spiegato che mangiava voracemente, anche due pacchi di tagliatelle per volta, come se non avesse il senso dell’appetito, consumando fino a cinque o sei pasti al giorno. “La cosa più triste era guardare Arya cercare di alzarsi”, ha aggiunto, mentre la madre del bambino spiega di avere i sensi di colpa per non essere riuscita a fornire un’alimentazione adeguata ad Arya Permana, nato col peso di un bambino normale, ma diventato obeso tra i cinque e i nove anni, arrivando a pesare 120 chilogrammi.

foto

foto

foto

foto

diretta news

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *