Milano, la rivolta di Corso Como: ​immigrati rischiano il linciaggio

Notte agitata quella appena trascorsa a Milano. Nei pressi di corso Como una cinquantina di persone italiane, dopo una nottata in discoteca, ha accerchiato tre ventenni africani.
Di fatto l’obiettivo del gruppo era quello di linciare i tre ragazzi, ritenuti colpevoli, a loro dire, di alcuni “colpi” nella zona come borseggi o scippi. Solo l’arrivo delle Forze dell’Ordine ha salvato i tre ragazzi da un pestaggio. La zona di corso Como e soprattutto via Alessio di Tocqueville da sempre sono anche una piccola pizza di spaccio. E spesso chi vende marijuana e cocaina, come riporta il Corriere, si trasforma in aggressore. Secondo quanto hanno ricostruito gli inquirenti nel corso dei loro interventi in questi mesi, gli africani che in una prima parte della notte si danno allao spaccio, successivamente, alle prime luci dell’alba prendono di mira i loro stessi clienti aggredendoli per derubarli. Finora però non era mai accaduto che un gruppo di ragazzi italiani provasse ad aggredire in massa i presunti spacciatori. I ragazzi prima di allontanarsi, subito dopo l’arrivo della polizia, hanno sostenuto che i tre africani erano stati protagonisti di alcuni colpi durante la serata. Adesso gli inquirenti dovranno fare alcuni approfondimenti per capire se i tre sono malviventi o se per caso sono capitati al centro della furia (e dell’esasperazione) di chi vuole godersi una serata senza dover temere un’aggressione.

il giornale

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *